• Informazioni
  • Cosa Occorre

La proroga è il prolungamento della durata del contratto per un periodo ulteriore che deve essere obbligatoriamente comunicata all’Agenzia delle Entrate

Al pari della prima registrazione, l’imposta dovuta per la proroga può essere corrisposta per la singola annualità o per l’intero periodo di durata della proroga e ha un’imposta minima di € 67,00

Nel calcolo dell’imposta da versare si deve tener conto anche di eventuali adeguamenti del canone di locazione (ad esempio adeguamento ISTAT).

La comunicazione deve essere effettuata entro 30 giorni dalla scadenza del contratto (o di una precedente proroga):

 

  • utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate che permette di comunicare e contestualmente richiedere l’addebito su conto corrente
  • con il modello F24 Elementi identificativi, utilizzando il codice tributo 1504*

 

*In caso di versamento con F24 Elementi identificativi è necessario comunicare la proroga all’ufficio territoriale dove è stato registrato il contratto presentando, nello stesso termine di 30 giorni, il modello RLI debitamente compilato.

Proroga con Cedolare secca

Per mantenere l’opzione per la cedolare secca nel successivo periodo di proroga del contratto è necessario confermare tale regime contestualmente alla comunicazione di proroga, entro 30 giorni dalla scadenza del contratto o di una precedente proroga.

Per svolgere il servizio per tuo conto abbiamo bisogno di:

  • Numero identificativo e tipologia del contratto (Es. L1 abitativo – S2 sogg.iva – L2 agevolato)
  • Documento identità del richiedente, firmatario (soggetto facente parte del contratto)
  • Data della Proroga (dal … al …)
  • Canone aggiornato 
  • Revoca o conferma regime cedolare secca

Per maggiori informazioni chiama il numero